Ragionando...
printprintFacebook
Canti di
Lode e
Adorazione
(clicca nella foto)
  
La Vita di Cristo non è racchiusa in un pensare. E se invece di un pensiero tu portassi la Vita?
Canti di
Lode e
Adorazione2
(clicca nella foto)
  
Previous page | 1 | Next page
Facebook   info. - La Verità - Alla ricerca della Verità (Adesioni per partecipare nell'omonima area)Last Update: 3/13/2012 5:26 PM
Author
Print | Email Notification    
OFFLINE
Post: 478
Location: VERONA
Age: 48
Gender: Male
11/11/2010 2:01 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Pace e benvenuti

attraverso una serie di riflessioni ho deciso di aprire questo spazio affinché si possa avere con chi si riconosce nel credo cattolico:

- non un confronto (inteso come a presentare caparbiamente 'le proprie ragioni')
- non una rivalsa
- non un qualcosa 'su chi la spunta'
- non un qualcosa 'su chi è più preparato'
- non un qualcosa 'su chi ha ragione'
- non...
- non...
- non...

Ci sono molti 'non' come potete vedere, e non li ho scritti tutti. Al contrario c'è invece qualcosa che va tenuto presente e che ritengo sia basilare, fondamentale, per poter intraprendere al meglio la propria partecipazione. L'uomo è immerso in una realtà, una realtà di cui non ne è consapevole, di cui non è in grado di rendersene conto, questa realtà non è fine a se stessa ma ha delle conseguenze catastrofiche che l'uomo non riesce e che non può comprendere.

Ma Dio che conosce l'uomo meglio dell'uomo stesso e conosce la storia dell'uomo meglio dell'uomo stesso sà perfettamente che la realtà che uomo vive si chiama TENEBRE.

TENEBRE vuol dire allontanamento eterno da Dio; vuol dire condanna eterna; vuol dire che non c'è peggior cosa di questa, nonostante l'uomo ne sia ignaro, nonostante qualunque cosa l'uomo possa pensare, credere, ritenere, comporre, scomporre, ...

E' talmente reale questa condizione che Dio ha provveduto in Cristo Gesù l'unigenito Figlio un piano di salvezza, salvezza per ogni uomo, che viene annunciata per mezzo dell'Evangelo. L'Evangelo è per tutti, senza distinzione di colore o razza, è per ogni essere umano in quanto ogni essere umano vive nelle tenebre ed ha bisogno della Luce.

Vivendo lontano da Dio ma avendo bisogno di comunicare con qualcuno più in alto dell'uomo, l'uomo stesso comincia a crearsi un qualcosa partorito dalla sua fantasia e dal suo bisogno, questo qualcosa sono dei rituali, sono dei cerimoniali, è crearsi ed adattarsi ad uno stile di vita che in una parola può essere richiamato come 'religione', con questo stile di vita l'uomo cerca di spaziare oltre il sè, un sè troppo limitante che non soddisfa l'esistere dell'uomo.

In tutto questo però non c'è Dio, Egli sà benissimo che l'uomo qualsiasi cosa faccia, dica, o pensi, è nelle tenebre e che ha bisogno della Luce. Questo è il punto, l'uomo abbraccia qualcosa, condivide qualcosa, ed ovviamente di quello che fa e di quello che dice cerca di renderne conto attestando la realtà di un qualcosa che invece è solo una rappresentativa, non la realtà che viene da Dio stesso.

Se riusciamo a comprendere questo riusciamo anche a comprendere che lì dove siamo nati siamo stati immessi in un contesto, contesto che non abbiamo creato, ma che abbiamo trovato, accettato, giustificato, e che dopo aver fatto tutto questo viene anche difeso al punto di assumere una difesa ad oltranza di ciò che c'è stato dato. L'orgoglio, il pensare di avere la conoscenza delle cose (noi e non gli altri) alimentano ed ci fanno "irrigidire" nelle proprie posizioni.

C'è bisogno di comprendere questo per capire che molto probabilmente non tutto quello che diciamo, pensiamo, o ragioniamo, corrisponde alla esatta realtà, realtà che solo Dio conosce appieno, ma che all'uomo è dato di conoscere a poco a poco finché giungerà la piena rivelazione.

Se ti riconosci in quanto detto fino a qui e sei perciò disposto e disponibile a cambiare qualcosa nella tua vita, anche qualcosa che ancora non sai bene cosa, anche qualcosa che hai ritenuto buono fino ad oggi, anche qualcosa che hai creduto e difeso, anche qualcosa che hai anche condiviso, qualunque sia questo qualcosa, se c'è disposizione e disponibilità a considerare che "l'uomo può ancora ricevere", allora sei nella giusta disposizione per poter partecipare a quella che io definisco come "la ricerca della Verità", Verità che sappiamo essere il Cristo, non un Cristo "ragionato", non un Cristo che è la risultante di un misto fatto di cultura, tradizioni, e simili.... ma un Cristo che SI RIVELA all'uomo, uomo che da se stesso non potrebbe MAI realizzarlo ne conoscerlo, pur con tutti i suoi propri convincimenti.

Coloro che si avvicinavano a Gesù credendo già di avere la verità, non accettavano il Suo parlare, ricordiamoci perciò quanto Dio ha decretato ... lo possiamo leggere in questa Parola:

"25 In quel tempo Gesù prese a dire: Io ti rendo lode, o Padre, Signor del cielo e della terra, perché hai nascoste queste cose ai savi e agli intelligenti, e le hai rivelate ai piccoli fanciulli. 26 Sì, Padre, perché così t’è piaciuto." Matteo 11:25-26

il fanciullo è nell'attitudine dell'ascolto, il savio e l'intelligente ha solo da dire (ma cosa potrà mai dire? di certo non qualcosa da parte di Dio visto che non li è rivelata...!)

Perciò alla fine di questa introduzione ti farò delle domande, potrai fare il copia\incolla nel tuo post di risposta abbinando a ciascuna domanda la tua risposta, una risposta procedente da sincerità ed onestà necessarie e basilari oltre che nella vita anche qui e adesso per quello che dobbiamo fare


Ecco le domande:

1) In linea generica cosa pensi di quanto hai letto?
2) Sei disposto e disponibile a cambiare qualcosa nella tua vita, fosse anche qualcosa che riguarda il tuo credo attuale?
3) Perchè vuoi partecipare?
4) Cosa pensi di ottenere partecipando?
5) Il fatto che tu partecipi è perchè ti sei prefissato qualcosa? Cosa?
6) Hai da precisare qualcosa?
7) Sentiti libero di esprimere quello che vuoi

Come suggerito copia e incolla le domande nel tuo post di risposta, appena avrò letto le tue risposte ci risentiamo in quello stesso post

ps se non sai come fare per rispondere questi sono i passi:

- Copia le domande
- Clicca sul pulsante in alto "Rispondi"
- E incolli le domande nella finestra grande che si aprirà
- Dopo aver dato le tue risposte clicchi sul pulsante in basso "Rispondi"

Per favore oltre alle domande ed alle risposte scrivi almeno il nome così ci possiamo identificare un pò meglio Grazie



Aggiunta 13-11-2010: Vorrei aggiungere due parole (che forse sono anche un ripetere) per esprimere meglio dei dati di fatto, eccoli:

- Dio dice che l'uomo è nelle tenebre. Quando Dio dice l'uomo intende tutta l'umanità, non la parte che a noi piace considerare tale (e noi ovviamente ritenendoci esclusi). Questo deve farci capacitare che Dio non ne fà una questione di gruppi, ma semplicemente che uno 'o è nelle tenebre o non è nelle tenebre' (l'uomo non pensa come Dio quando fà divisioni denominazionali a riguardo, anche considerando la propria denominazione come illuminata al punto da considerarsi portatori di verità A DIFFERENZA DI TUTTI LI ALTRI !!! DIO NON PARLA IN QUESTI TERMNII !!!). RIPETO: Dio non dice: quel gruppo ha la Luce e quell'altro gruppo non ce l'ha. Dio non ragiona così. Non ragiona così e non ragiona per gruppi.

- Si possono dire cose giuste senza conoscerne la realtà. Una società che vuole spiegare tutto, in tutti i campi, non significa che conosce la realtà delle cose, ma semplicemente che c'è un tramando che può basarsi su un piano verbale, un piano suggestivo,...ma la realtà è ben distante da tutto questo...

- A coloro che hanno sperimentato la nuova nascita è detto: "8 La carità non verrà mai meno. Quanto alle profezie, esse verranno abolite; quanto alle lingue, esse cesseranno; quanto alla conoscenza, essa verrà abolita; 9 poiché noi conosciamo in parte, e in parte profetizziamo; 10 ma quando la perfezione sarà venuta, quello che è solo in parte, sarà abolito." 1°Corinzi 13:8-10

Se conosciamo in parte, perchè dovremmo ritenere tutto quello che pensiamo come verità? Se conosciamo in parte, perchè dovremmo ritenere tutto quello che pensiamo come verità? Se conosciamo in parte, perchè dovremmo ritenere tutto quello che pensiamo come verità?

Per favore rispondete anche a questa domanda Grazie
[Edited by Info. 11/14/2010 12:37 AM]
Antonio
[Unregistered]
11/11/2010 4:39 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

risp
1) In linea generica cosa pensi di quanto hai letto?
Lo condivido.
2) Sei disposto e disponibile a cambiare qualcosa nella tua vita, fosse anche qualcosa che riguarda il tuo credo attuale?
Certo bisogna sempre migliorarsi, non credo però di cambiare il mio credo!!!
3) Perchè vuoi partecipare?
Trovo sia una interessante iniziativa
4) Cosa pensi di ottenere partecipando?
Un confronto
5) Il fatto che tu partecipi è perchè ti sei prefissato qualcosa? Cosa? Conoscere meglio chi è cristiano ma professa una confessione diversa dalla mia...
6) Hai da precisare qualcosa?
Sono cattolico!!
7)Sentiti libero di esprimere quello che vuoi
Sono convinto che le opere siano fondamentali per raggiungere la salvezza cosi come la fede in Dio!!
( Antonio78)
[Unregistered]
11/15/2010 11:35 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Risposta
1)Lo condivido.
2) Non credo,il cattolicesimo è aderente alla dottrina di Dio.
3)Perchè trovo che sia una bella idea questa iniziativa di dialogo
4)Un proficuo e produttivo confronto tra le diverse dottrine delle confessioni cristiane.
5) Esatto , conoscere meglio le confessioni cristiane diverse dalla mia!!!
6)Sono cattolico!!
7) Sono convinto che le opere siano fondamentali per raggiungere la salvezza cosi come la fede in Dio!!

OFFLINE
Post: 478
Location: VERONA
Age: 48
Gender: Male
11/16/2010 1:11 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Antonio (o (Antonio78) visto che siete la stessa persona), ti ho inviato più messaggi sia per comunicarti dell'aggiunta che ho inserito il 13-11-2010, sia per farti notare una ulteriore domanda che la stessa aggiunta racchiude e che richiede una risposta.

Nonstante lo scambio dei messaggi privati tale domanda è rimasta senza risposta. La considero come un non voler partecipare a questa iniziativa
3/13/2012 12:53 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

1) In linea generica cosa pensi di quanto hai letto?
CONCORDO2) Sei disposto e disponibile a cambiare qualcosa nella tua vita, fosse anche qualcosa che riguarda il tuo credo attuale?
ATTUALMENTE NO 3) Perchè vuoi partecipare?
PER CONFRONTARMI SULLA BIBBIA 4) Cosa pensi di ottenere partecipando?
UN CONFRONTO 5) Il fatto che tu partecipi è perchè ti sei prefissato qualcosa? Cosa?
UN CONFRONTO 6) Hai da precisare qualcosa?
NO 7) Sentiti libero di esprimere quello che vuoi

NIENTE DA AGGIUNGERE
3/13/2012 12:54 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Se conosciamo in parte, perchè dovremmo ritenere tutto quello che pensiamo come verità? Se conosciamo in parte, perchè dovremmo ritenere tutto quello che pensiamo come verità? Se conosciamo in parte, perchè dovremmo ritenere tutto quello che pensiamo come verità? LA BIBBIA E'VERITA
OFFLINE
Post: 1,112
Age: 80
Gender: Male
3/13/2012 4:31 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Quello che dice la Bibbia
Se hai qualcosa da riferire intorno a quello che dice la Bibbia, sentiti libera da farlo.
3/13/2012 5:26 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Re: Quello che dice la Bibbia
Domenico34, 13/03/2012 16.31:

Se hai qualcosa da riferire intorno a quello che dice la Bibbia, sentiti libera da farlo.




sicuramente
Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 | Next page
New Thread
 | 
Reply
Cerca nel forum

Home Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.4.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 11:05 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2014 FreeForumZone snc - www.freeforumzone.com